Laurea magistrale

Seguo il corso di Laurea Magistrale in Interpretazione al DIT - Dipartimento di Interpretazione e Traduzione dell'Università di Bologna, Campus di Forlì. 

Le mie lingue di lavoro sono: l'italiano come lingua madre, il tedesco come lingua attiva e passiva (B) e l'inglese come lingua passiva (C).

Le informazioni riportate non sono la posizione ufficiale del Dipartimento. 

  • Di seguito descrivo i corsi svolti e una breve sintesi di quello che ho trattato. 
  • Questo corso è molto selettivo in quanto il test d'ingresso, molto impegnativo, seleziona solo una trentina di idonei ogni anno su diverse decine di candidati.
  • Inoltre il corso ha importanti legami con la DG Interpretazione della Commissione europea ed è inserito nel consorzio EMCI - European Masters in Conference Interpreting e del consorzio CIUTI - Conférence internationale permanente d'instituts universitaires de traducteurs et interprètes. Questo garantisce la qualità dell'attività didattica.
  • Il Dipartimento è particolarmente orientato alla tecnologia a supporto dell'interpretazione e della traduzione.
Interpretazione

I corsi fondanti della laurea magistrale prevedono l'interpretazione di discorsi di diverse aree tematiche tra cui temi generali, economia, tecnologia, attualità, politica  tra l'italiano e il tedesco e dall'inglese in italiano.

Interpretazione specializzata

Al secondo semestre del secondo anno si affronta l'interpretazione di discorsi specializzati nell'ambito del diritto e dell'economia. Diritto penale, marchi e brevetti, contraffazione, diritto di famiglia, Common Law/Civil Law, Eurojust e Europol, dogane. 

Lingua per interpreti

Per tedesco e inglese ho approfondito la lingua finalizzata all'interpretazione dei discorsi con diversi generi testuali dell'orale sia in produzione che in comprensione.

Linguistica per interpreti

Basi della linguistica finalizzata all'analisi teorico-pratica del discorso orale. Fenomeni tipici del discorso orale come la modulazione (booster e hedges), i meccanismi forici e deittici (anafora e catafora). Con questo corso ho avuto un fondamento teorico per la pratica in cabina di interpretazione.

Linguaggi specialistici

Corso volto a fornire una base scientifica teorico-pratica sulla terminologia specialistica di domini economici e medici. Analisi dei tecnicismi specifici e collaterali e delle convenzioni socio-retoriche tipiche dei discorsi specializzati.

Comunicazione in ambiti istituzionali

Questo corso fornisce una visione della comunicazione pubblica per le istituzioni e le aziende secondo i principi di chiarezza e accessibilità dei testi.

Metodi e tecnologie per l'interpretazione

Due corsi, uno base e l'altro avanzato, con un approccio tecnologico molto specializzato orientato all'uso dell'informatica per la costruzione manuale e automatica e l'analisi di corpora di discorsi e testi scritti. Utilizzo di software sviluppati nel Dipartimento funzionali alla professione dell'interprete. Utilizzo di BootCat e AntConc per la costruzione e analisi di corpora, SDL Multiterm per la gestione di glossari, Interpretbank per la consultazione preparatoria e in diretta dei glossari. Piattaforma DitTafono (piattaforma web-based di proprietà del Dipartimento) per la produzione di sottotitoli in diretta per persone sordomute (respeaking) in sostituzione del programma Dragon.

Teoria dell'interpretazione

Corso panoramico sulla storia degli Interpreting Studies, le teorie fondamentali che hanno studiato la pratica dell'interpretazione fino ad arrivare ad un approccio interazionale e cognitivo.

Tecniche di presentazione orale

Corso pratico intensivo sul corretto utilizzo della voce, della postura e del linguaggio del corpo. Esercizio di neutralizzazione dell'accento regionale dell'italiano tramite lo studio della dizione italiana. Consapevolezza dell'importanza della presentazione della propria immagine, adeguata ai contesti lavorativi. Recitazione di monologo teatrale e discorso in una conferenza simulata (mock conference) per la gestione dello stress della diretta.

Tirocinio

Il Dipartimento offre la possibilità di svolgere il proprio tirocinio in più sedi, anche per stimolare l'autoimprenditorialità

  • Ho svolto alcune conferenze interne interpretando tra il tedesco e l'italiano sul tema cinema e filosofia.
  • Ho tradotto un incontro con i virologi Prof. Andrea Crisanti e Prof. Dr. med. Lars Dölken per Alumni DAAD Italien (ADIT) e Heidelberg Alumni Italien (HAIT).
  • Ho partecipato in cabina muta all'interpretazione di un'intervista con il Console Generale tedesco a Milano uscente S.E. Claus Robert Krumrei per le associazioni di cui sopra. 

Ho tradotto il sito web, il virtual tour e scritto i sottotitoli di video verso l'inglese per la Fondazione bancaria CARITRO di Trento e Rovereto (Trentino-Alto Adige – Südtirol).

SCOPRI
  • Ho completato il mio tirocinio a Weimar (Germania) per la Vereinigung Deutsch-Italienischer Kultur-Gesellschaften e.V, (Federazione delle Associazioni Culturali Italo-Tedesche) nell'ambito dell'iniziativa OLI – Omaggio Lingua Italiana per la promozione dell'italiano in Germania. 

  • Ho tradotto video di persone conosciute che hanno rapporti con l'Italia e la Germania. Questa iniziativa si è svolta in diretto contatto con l'Istituto Italiano di Cultura (IIC) di Colonia, dipendente dal Ministero degli Esteri italiano. 
SCOPRI
  • I tirocini si sono svolti completamente da remoto a causa della pandemia da COVID-19.
Percorso EMCI

EMCI – European Masters in Conference Interpreting è un consorzio che riconosce un particolare pregio a un percorso d'eccellenza all'interno della LM Interpretazione. Sono previste sin dal primo anno alcune lezioni (assistenze pedagogiche) con interpreti funzionari della DG Interpretazione della Commissione europea di Bruxelles. Vengono anche organizzate sessioni di allenamento e conferenze in preparazione degli Esami Finali che si tengono annualmente in sessione unica a novembre.

I criteri sono stringenti: chi passa tutti gli esami di interpretazione entro la sessione autunnale del primo anno può accedere al percorso EMCI al secondo anno. Per poter accedere agli Esami Finali, è necessario passare tutti gli esami di interpretazione entro il secondo appello di giugno del secondo anno con un determinato punteggio.

Solo così è possibile sostenere gli Esami Finali e ricevere il certificato EMCI al termine del corso. Se non ci si qualifica per gli EMCI è possibile laurearsi senza Esami Finali EMCI comunque a pieni titoli. 

Ad oggi, mi sono qualificato per il percorso EMCI per i criteri del primo anno. 

Tesi
In corso.
Attestato di partecipazione EMCI Student Meeting

III EMCI Annual Student Meeting 2021 – Spagna (Online)

it_IT